Comune di Bolzano Vicentino

D) IMMOBILI DATI IN COMODATO A PARENTI

Il Regolamento comunale IUC prevede con l’art. n. 2.10 lett. b) l’assimilazione alle abitazioni principali delle unità immobiliari e relative pertinenze, nella misura di una sola unità immobiliare, escluse quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, concesse in comodato dal soggetto passivo dell’imposta a parenti in linea retta entro il primo grado, a condizione che, per l’anno di imposta di riferimento, l’indicatore ISEE del nucleo familiare del comodatario non sia superiore a 15.000 euro annui, ai sensi dell’art. 1, comma 707, della Legge n. 147 del 27/12/2013 (Legge di stabilità 2014).
Per la fruizione dell’agevolazione di cui sopra i soggetti passivi devono attestare, mediante apposita autocertificazione ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, la concessione in uso gratuito, corredata della dichiarazione ISEE del nucleo familiare del comodatario. L’autocertificazione deve essere presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello dell’avvenuta concessione in uso e si ritiene tacitamente rinnovata fino a che ne sussistono le condizioni.
La dichiarazione ISEE comprovante i requisiti per l’equiparazione ad abitazione principale deve essere presentata ogni anno in cui sussiste la condizione.