Comune di Bolzano Vicentino

PER QUALI IMMOBILI SI PAGA

La TASI deve essere versata nel momento in cui si possiedono:
 
Il FABBRICATO è l'unità immobiliare iscritta o che deve essere iscritta nel catasto edilizio urbano, considerandosi parte integrante del fabbricato l'area occupata dalla costruzione e quella che ne costituisce pertinenza.
Il FABBRICATO di NUOVA COSTRUZIONE è soggetto all'imposta a partire dalla data di ultimazione dei lavori di costruzione ovvero, se antecedente, dalla data in cui è comunque utilizzato.
L’AREA FABBRICABILE è l'area utilizzabile a scopo edificatorio in base agli strumenti urbanistici generali o attuativi ovvero in base alle possibilità effettive di edificazione determinate secondo i criteri previsti agli effetti dell'indennità di espropriazione per pubblica utilità.


La TASI deve essere versata nel momento in cui si possiedono:
 Il FABBRICATO è l'unità immobiliare iscritta o che deve essere iscritta nel catasto edilizio urbano, considerandosi parte integrante del fabbricato l'area occupata dalla costruzione e quella che ne costituisce pertinenza.
Il FABBRICATO di NUOVA COSTRUZIONE è soggetto all'imposta a partire dalla data di ultimazione dei lavori di costruzione ovvero, se antecedente, dalla data in cui è comunque utilizzato.
L’AREA FABBRICABILE è l'area utilizzabile a scopo edificatorio in base agli strumenti urbanistici generali o attuativi ovvero in base alle possibilità effettive di edificazione determinate secondo i criteri previsti agli effetti dell'indennità di espropriazione per pubblica utilità.
Nel caso in cui l’area fabbricabile fosse posseduta da un AGRICOLTORE essa è considerata come non fabbricabile in presenza di entrambi i seguenti requisiti:
 Il Comune, su richiesta del contribuente, fornisce il certificato di destinazione urbanistica (C.D.U.) attestante se un'area sita nel proprio territorio è fabbricabile.

All’interno di queste due categorie di carattere generale il legislatore dispone una specifica disciplina ai fini TASI solo per le tipologie di immobili lett. c e d
  1. l’abitazione principale
  2. i fabbricati inagibili e inabitabili e i fabbricati di interesse storico-artistico
  3. gli immobili esenti ed esclusi, per i quali non è dovuto alcun versamento
  4. gli immobili concessi in uso gratuito